TENUTA GIUDEO

Una viticoltura di collina che gode del caldo sole siciliano e dei venti che abbracciano i vigneti di Tenuta Giudeo a pochi chilometri dal mare. Qui le caratteristiche dell’agro marsalese raccontano il tipico ambiente della Sicilia occidentale con le sue alternanze vallive e di alto piano. Un territorio ricco di storia e cultura dove distese di vigneti (Grillo, Zibibbo e Catarratto Lucido per le uve a bacca bianca, Nero D’Avola, e una selezione clonale di Nerello Mascalese per quelle a bacca rossa) coprono buona parte della campagna siciliana, tra le più vocate dell’isola e non a caso la più vitata d’Italia. Qui il suolo è prevalentemente argilloso ed è caratterizzato da sedimentazioni marine di diversa profondità; la successione di suoli è legata da carbonati, con tessitura grossolana nelle parti sommitali e via via più fine nelle parti vallive e terminali: dall’alto verso il basso, quindi, cambia la granulometria mantenendo però la matrice carbonatica. Il clima è naturalmente mediterraneo ma si contraddistingue per la varietà di microclimi (in particolare tendenti al semiarido) e per le forti oscillazioni termiche tra il giorno e la notte che spesso superano i 15°C di differenza, ponendo le condizioni ideali per una maggiore qualità delle uve e quindi dei vini. I vigneti – condotti tutti in regime di agricoltura biologica – si trovano tra i gli 85 e i 108 metri sul livello del mare e si distendono su due versanti opposti con orientamento Nord/Nord-Ovest ed Est/Sud-Est. 37°45’ 59’’ Nord 12°, 38’ 42’’ Est.

In dettaglio

I Vini

Tenuta Giudeo

Pedologia dell'area

Le caratteristiche dell’agro marsalese raccontano il tipico ambiente della Sicilia occidentale con le sue alternanze vallive e di alto piano presenti in questa tipologia di campagna. Tra le Tenute di Firriato,  Giudeo è quella più a sud e si estende su una successione tipica dei suoli con base orogenetica dovuta a sedimentazioni marine di diversa profondità. Nella parte alta è presente roccia arenaria con granulometria grande e, a poche decine di metri di profondità, sono presenti accumuli di argille. Lungo la pendice di Giudeo, la successione di suoli è legata da carbonati, con tessitura grossolana nelle parti sommitali e via via più fine nelle parti vallive e terminali: dall’alto verso il basso, quindi, cambia la granulometria mantenendo però la matrice carbonatica. La successione pedologica – ovvero la composizione -, la genesi e le modificazioni del suolo sono costituite da entisuoli (suoli giovani nella parte alta), inceptisuoli (suoli poco evoluti) nella porzione intermedia e vertisuoli (con abbondante presenza di particolari tipi di minerali argillosi) nella posizione valliva.

Tenuta Giudeo

Terroir

Un Territorio ricco di storia e cultura quello in cui si sviluppa Tenuta Giudeo; qui distese di vigneti coprono buona parte della campagna siciliana. Il clima è naturalmente mediterraneo ma si contraddistingue per la varietà di microclimi e per le forti oscillazioni termiche tra il giorno e la notte che spesso superano i 15°C di differenza, ponendo le condizioni ideali per una maggiore qualità delle uve e quindi dei vini. I vigneti si trovano ad un’altitudine tra 85 e 108 metri sul livello del mare e si distendono sulle tipiche alternanze vallive e di altopiano presenti in questa parte della Sicilia occidentale, oggi considerata la più vocata dell’isola e non a caso la più vitata d’Italia. Il suolo è prevalentemente argilloso e caratterizzato da sedimentazioni marine di diversa profondità.

Tenuta Giudeo

Climatologia dell’area

L’area è caratterizzata da un insieme di fenomeni climatici di scala intermedia (rispetto a quelli che costituiscono il microclima e il macroclima). In base all’indice di Thorntwite – dato dal rapporto tra le precipitazioni mensili totali e l’evaporazione mensile totale – tenuta Giudeo è caratterizzata da condizioni climatiche tendenti al semiarido. La tenuta, si contraddistingue, inoltre, per le forti oscillazioni termiche tra giorno e notte che si attestano intorno ai 15°C, e si trova tra i gli 85 e i 108 metri sul livello del mare, con vigneti su due versanti opposti: orientamento Nord/Nord-Ovest ed Est/Sud-Est.

Tenuta Giudeo

Vigneto

Grillo, Zibibbo e Catarratto Lucido per le uve a bacca bianca, Nero D’Avola, e una selezione clonale di Nerello Mascalese per quelle a bacca rossa costituiscono le diverse cultivar allevate con il sistema della controspalliera, caratterizzate da potature lunghe e ricche. L’ottima vigoria delle piante e il buon equilibrio vegeto-produttivo qualificano le particolarità dei vigneti di Tenuta Giudeo. La vendemmia è realizzata manualmente ed effettuata nel periodo compreso tra la prima e la terza decade di settembre.

Tenuta Giudeo

Pratiche Agronomiche

Tutto il vigneto è gestito e certificato secondo i canoni dell’agricoltura biologica. Le piante vengono lasciate con vegetazione libera al fine di aumentare il livello di copertura dei grappoli e mantenere un microclima di freschezza sugli acini. L’inerbimento con essenze misto-spontanee è fra le pratiche colturali di principale rilievo.

Click to Hide Advanced Floating Content

Firriato Winery, Custodi di un Terroir Autentico