Santagostino: l’etichetta che ha reso celebre Firriato nel mondo

SANTAGOSTINO BAGLIO SORìA

IGT Sicilia

Nero d’Avola, Syrah

Nella Tenuta di Baglio Sorìa, nasce una straordinaria perla enologica di Firriato. Rosso siciliano per antonomasia che ha conquistato i winelover di tutto il mondo con la sua piacevole complessità e l’equilibrio perfetto tra freschezza e alcolicità. Ricco di frutto e di eleganza è un pioniere della Sicilia nell’associazione di uve internazionali e autoctone. Il terroir d’allevamento, la vicinanza alla costa, i suoli composti in prevalenza da argilla e marne rosse, concorrono a creare condizioni pedoclimatiche uniche nel panorama agricolo della Sicilia occidentale. Santagostino Baglio Sorìa Rosso è figlio di questa unicità e resta fedele a se stesso da oltre 30 annate. Si rivela, vendemmia dopo vendemmia, un testimone d’elezione dello stile enologico di Firriato con Il suo colore rosso rubino impenetrabile. Al calice si esprime con nuance eleganti e a tannini vellutati.


  • Classificazione: IGT Sicilia
  • Vitigno: Nero d’Avola, Syrah
  • Terroir: agro di Trapani – Tenuta di Baglio Sorìa
  • Suolo: calcareo-argilloso
  • Esposizione: sud – sud/ovest (200 mt. s.l.m.)
  • Vinificazione: tradizionale in rosso in vasche di acciaio inox termocontrollati

ZONA DI PRODUZIONE

Tenuta di Baglio Sorìa

I Terreni della storica Tenuta di Baglio Sorìa si caratterizzano per la costante umidità nel sottosuolo che permette alle viti di non andare in stress idrico, nemmeno durante le annate particolarmente siccitose.

Santagostino Baglio Sorìa

Il vino icona di Firriato

Con oltre 30 annate di produzione, Santagostino rosso, blend di Nero d’Avola e Syrah, è uno dei rossi siciliani che ha riscontrato un grande successo nel panorama vitivinicolo nazionale e internazionale. Prodotto in regime di agricoltura biologica, rivela un profilo sensoriale straordinario complesso e di caratura superiore, di immensa bevibilità e piacevolezza, dal frutto quasi “carnoso”, un fuoriclasse della sua categoria.

 

La ricetta

Tagliata di vitello

Predisporre la cottura dell’ entrecôte cucinandone le carni a temperatura ambiente. Scaldare una piastra di ghisa e adagiarvi la carne, cuocendone tutti i lati e prestando attenzione che non si bruci all’esterno ma che il calore agisca in modo uniforme su tutta la superficie.