VENDEMMIA DEI BIANCHI SULL’ ETNA

Print Friendly, PDF & Email

VENDEMMIA BIANCHI SULL’ETNA

LA VENDEMMIA A CAVANERA

“E’ tempo di raccolta alle pendici del Vulcano”

Laboriosità, cura, precisione e passione nella Tenuta di Cavanera a Castiglione di Sicilia. Ottobre è il mese della vendemmia. Le prime varietà a essere raccolte sono state il Carricante e il Catarratto: varietà storiche della DOC del Vulcano. Siamo in un territorio estremo e di frontiera, dalla sommità innevata del vulcano si scorge il mar Ionio. In questo luogo di viticoltura eroica, i vendemmiatori di Firriato hanno raccolto uve preziose come preziosa è la natura che si appresta ai rigori dell’inverno. Il Vulcano si erge maestoso sopra i vigneti della Tenuta di Cavanera e in queste giornate, caratterizzate dai colori nitidi dell’autunno, sembra quasi di sentire il respiro della Grande Montagna. I terreni di origine vulcanica, sono ricchi di fosforo, potassio, zolfo, calcio, sodio, magnesio, ferro, rame e zinco. Elementi che conferiscono ai vini dell’Etna quell’unicità invidiata e ricercata in tutto il mondo.

GLI AUTOCTONI A BACCA BIANCA

Carricante e Catarratto: due stelle straordinarie dell’enologia siciliana

Nel corso degli anni la mano dell’uomo ha tenacemente modellato il paesaggio lavico creato dal vulcano. Ciò ha fatto si che l’Etna, oggi, possa vantare un paesaggio agricolo lussureggiante tra i più particolari della Sicilia. La viticoltura ha sempre rappresentato un aspetto fondamentale della vita del contadino etneo che, con sacrificio e amore incondizionato per questo territorio così estremo, ha sempre dedicato alla coltivazione delle uve un’attenzione speciale. Carricante e Catarratto sono le due varietà a bacca bianca della tradizione vinicola etnea. Varietà apprezzate dai professionisti e dagli estimatori del buon bere. Da queste uve nascono vini unici che coniugano le note calde del Mediterraneo alle componenti tipiche dei vini di montagna, con note di mineralità e sapidità davvero sorprendenti a queste latitudini.

LA VENDEMMIA TARDIVA DI OTTOBRE

In Sicilia la vendemmia di Firriato si protrae per oltre 100 giorni

La vendemmia 2015 di Firriato è iniziata ad agosto nelle quattro Tenute dell’Agro di Trapani e in quella dell’isola di Favignana. Una stagione vendemmiale che si concluderà prima della fine di ottobre nella Tenuta di Cavanera sull’Etna. Una vendemmia di oltre 100 giorni che, come ogni anno, richiede la massima precisione e un lavoro costante da parte di Firriato. Sei tenute agricole dislocate negli angoli non solo più belli ma anche e soprattutto più vocati alla viticoltura di qualità della Sicilia. Diverse sono le epoche vendemmiali, differenziate per singola tenuta per areale e contesto, ma anche sullo stesso vitigno. Una complessità di fattori gestita durante la fase di raccolta e poi in cantina con le vinificazioni delle singole partite di uva. Un mosaico di valori e identità enologiche che concorrono a creare quell’eccellenza su cui Firriato ha costruito nel tempo la propria riconoscibilità e reputazione in tutto il mondo.

CONDIVIDI!