Grappolo

Il Sovrainnesto del Perricone a Borgo Guarini

Print Friendly, PDF & Email

IL SOVRAINNESTO DEL PERRICONE A BORGO GUARINI

L’innesto in campo

Una gemma di Perricone

Annata dopo annata i nostri vigneti raccontano l’andamento climatico siciliano. Dalla Tenuta di Cavanera Etnea sino alla scogliera di Calamoni di Favignana, anche per questa vendemmia 2016 le viti testimoniano senza indugi le variazioni del clima e ci raccontano che annata è stata. Possiamo subito affermare che il 2016 è stato un anno mediamente meno piovoso del precedente. Le attese vendemmiali sono declinate verso una minore quantità di uve prodotte ed un livello qualitativo delle uve nere decisamente elevato. Nelle 4 tenute di Trapani c’è stato un andamento climatico normale con un’alternanza di venti che provenivano principalmente dal quadrante nord. La temperatura più fresca di questi giorni unita a una limitata siccitosità invernale prospetta la raccolta di uve nere di ottima struttura e uve bianche con profili aromatici decisamente interessanti. Sul micro continente Etna è stata un’annata che rientra perfettamente nei parametri abituali mentre, a Calamoni di Favignana, il clima fresco ritarderà la vendemmia di una decade e donerà uve che dal punto di vista fitosanitario hanno ottime caratteristiche come quelle dell’agro trapanese.

Il clone del Perricone di Firriato

La viticoltura di precisione e la preservazione del germoplasma

Dopo venti lunghi anni di studi costanti, Firriato ha selezionato un suo clone di Perricone che è diverso da quello che è possibile acquistare nei vivai. Con il metodo del sovrainnesto a gemma non si è soltanto preservato il germoplasma del Perricone ma, si è selezionato un clone che garantisce la qualità necessaria per una produzione di eccellenza. Il Perricone allevato a Borgo Guarini ha, infatti, una capacità di produrre grappoli di dimensioni minori a quelli comunemente in commercio con qualità organolettiche in grado di garantire uve che hanno un patrimonio genetico che coincide perfettamente con il Perricone originale della tradizione vitivinicola siciliana.

Grappolo

Viticoltura di precisione per un campione

  I liutai di Borgo Guarini

Rovo-delle-coturnie

Firriato ha chiamato Ribeca un vino che nasce dalla viticoltura di precisione che applica costantemente nelle sue tenute agricole. Ribeca è un nome antico legato alla tradizione musicale. E’ un antenato del violino e la sua costruzione richiede la precisione e la perfezione di un maestro liutaio. Mai nome ha colto nel segno come in questo caso perché per fare un Perricone in purezza come il Ribeca, dedichiamo, vendemmia dopo vendemmia, tutto la nostra esperienza, tutte le nostre cure, tutto il nostro amore per la viticoltura. E Ribeca è il figlio di tutto questo lavoro di assoluta precisione e perfezione che nasce dal vigneto e si conclude in cantina con l’affinamento.

CONDIVIDI!