L’essenza della Sicilia in un calice

QUATER VITIS ROSSO

IGT Terre Siciliane

Nero d’Avola, Perricone, Frappato e Nerello Cappuccio dell’Etna

Quater Vitis Rosso racchiude la Sicilia del vino in un bicchiere ed è un blend di uve di Nero d’Avola, Perricone e Frappato allevate nella tenuta di Pianoro Cuddìa mentre, il Nerello Cappuccio è allevato nella Tenuta di Cavanera a circa 680 m.s.l. sull’Etna. Nasce da quattro vendemmie differenti e altrettante vinificazioni eseguite separatamente per esaltare le peculiarità di ogni singola varietà. L’affinamento di ogni singolo vino avviene in barrique di rovere americano e francese, per un periodo massimo di 10 mesi. I diversi tipi di legno apportano note boisé.Le migliori cuvée che si ottengono vengono assemblate per dare vita a questo vino che esalta armonicamente i sentori di frutta rossa del Nero d’Avola, la freschezza del Frappato, le note speziate del Nerello Cappuccio e l’eleganza del Perricone.


  • Classificazione: IGT Terre Siciliane
  • Vitigno: Nero d’Avola, Perricone, Frappato e Nerello Cappuccio dell’Etna
  • Pedoclima: montano-collinare
  • Suolo Tenuta di Pianoro Cuddìa: argilloso-calcareo
  • Suolo Tenuta di Cavanera Etnea: franco sabbioso, di matrice vulcanica, con elevata capacità drenante
  • Esposizione Tenuta di Pianoro Cuddìa: sud-ovest/ovest (da 200 a 250 mt. s.l.m.)
  • Esposizione Tenuta di Cavanera Etnea: nord-est ( da 750 metri fino a 850 metri s.l.m.)

ZONA DI PRODUZIONE

Pianoro Cuddìa

©Firriato - mappa cuddia cavanera - Quater Vitis Rosso

Con i suoi 35 ettari, Pianoro Cuddìa è un Terroir estremo perché ricchissimo di sodio, condizione che ostacola e rallenta il normale ciclo vitale e produttivo delle piante. Un fattore negativo che potrebbe essere uno svantaggio diventa – per Firriato – un fattore favorevole e ricercato.

©Firriato - blend - Quater Vitis Rosso

Quater Vitis Rosso

Blend di quattro autoctoni siciliani

I quattro Cru del Quater Vitis Rosso esprimono tutta le  personalità di altrettante varietà autoctone siciliane  in un percorso di vinificazione singolo e differente, per poi unirsi armonicamente, dopo minuziosi assaggi che certificano il giusto livello di maturazione, in un unico vino. Quater Vitis Rosso è prodotto utilizzando le migliori uve dell’anno di Nero d’Avola, Perricone, Frappato provenienti dai vigneti di Pianoro Cuddìa e Nerello Cappuccio, proveniente dalla tenuta di Cavanera Etnea. Queste varietà vengono allevate con pratiche agronomiche diversificate per vitigno, così come diversi sono i tempi di raccolta delle uve, che viene completata entro la metà del mese di settembre per i vitigni di Frappato, Perricone e Nero d’Avola, nel mese di Ottobre, per il vitigno di Nerello Cappuccio.  La vendemmia manuale consente una selezione dei grappoli che vengono sistemati in cassetta di legno per non compromettere la perfetta integrità degli acini. Man mano che giungono in cantina, ogni singola varietà subisce un’ulteriore selezione per iniziare separatamente il processo di  vinificazione e affinamento svolto in vasche e barrique a se stanti, in modo che ogni cru possa esaltare al meglio le caratteristiche di ogni varietà.

©Firriato - Harmonium Vendemmia NDA BG - Quater Vitis Rosso
©Firriato - quater premi - Quater Vitis Rosso

La ricetta

Spaghetti finocchietto e sarde

Raccogliere gli scarti del pesce e lavare il tutto per eliminare eventuali tracce di sangue . Tagliare a rondelle un porro , mondare e sbucciare una cipolla e tagliarla in quarti. Affettare carote e sedano e sbucciare uno spicchio d’aglio. In un tegame con un filo di olio d’oliva, lasciare soffriggere il porro, la cipolla e l’aglio. Aggiungere le verdure e i ritagli del pesce. Unire sale, pepe e prezzemolo tritato. Lasciare rosolare qualche minuto per insaporire e coprire con acqua. Lasciare a sobbollire il tegame per circa un’ora a fuoco basso.

©Firriato - ricetta - Quater Vitis Rosso

CONDIVIDI!