©all copyright reserved by Firriato - Camelot e Sella di coniglio farcita - Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Print Friendly, PDF & Email

CARNE E VINI, GLI ABBINAMENTI CONSIGLIATI DA FIRRIATO

Camelot e Sella di coniglio farcita con frutta secca e pangrattato

©all copyright reserved by Firriato - Camelot e Sella di coniglio farcita - Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Camelot. Una parola che, senza sforzi, evoca dame e cavalieri, sublimi banchetti e bastioni, duelli e gesta eroiche. Re Artù e la chanson de geste, per intenderci, quella Tavola Rotonda incastonata nel mito e nell’immaginario collettivo di ognuno. Un nome di tale portata non poteva che attribuirsi a uno dei vini più prestigiosi di Firriato, un blend di Merlot e Cabernet Sauvignon frutto di una lunga ricerca sul campo. Un vino fragrante, complesso e dal fascino naturale, che si abbina con naturalezza a un piatto altrettanto ricercato e che, con facilità, potremmo immaginare proposto proprio in uno di quei banchetti regali: la Sella di coniglio farcita con frutta secca e pangrattato.

Santagostino e tagliata di manzo

A Baglio Sorìa, la casa di Firriato nell’agro di Trapani, nasce un vino che è perfetta sintesi di come il suolo siciliano non solo abbia dato i natali a uve autoctone che, nei secoli, hanno avuto uno sviluppo straordinario, ma anche di come sia diventato terra d’elezione di varietà venute da lontano: il Santagostino. La versione rossa, blend di Nero d’Avola e Syrah, è un vino elegante e fruttato, capace di conquistare alcuni dei più autorevoli wine writers del mondo, e che si presta per sua natura ad accompagnare i più gustosi piatti a base di carne rosse, come una succulenta tagliata di manzo.

©all copyright reserved by Firriato - Santagostino e tagliata di manzo - Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Ribeca e Tagliata di cinghiale

©all copyright reserved by Firriato - Ribeca e Tagliata di cinghiale - Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Il cinghiale dei Nebrodi, catena montuosa e vero e proprio paradiso di delizie, è di certo una delle eccellenze gastronomiche siciliane, il cui assaggio, da solo, vale almeno una gita. Per questo, si presta al matrimonio con un’altra assoluta eccellenza di quest’isola, il Perricone, vitigno-reliquia che Firriato ha recuperato dopo anni di oblio. Ribeca: questo, il nome che l’azienda di Trapani ha assegnato al proprio Perricone, la cui energia e il complesso bouquet fruttato giocano nel palato con l’intensità unica della carne di cinghiale, per un viaggio sensoriale attraverso sapori antichi ma non ancora perduti.

Cavanera e maialino nero dei Nebrodi

Restando nello stesso, straordinario territorio, il maialino nero dei Nebrodi è forse la carne siciliana più celebre. La sua costata è un taglio estremamente pregiato, delicato e speziato allo stesso tempo, e che si presta a diventare la portata centrale dei pranzi o delle cene più autenticamente a tema Sicilia. Firriato, vantando una varietà unica nella distribuzione territoriale delle proprie tenute, ha realizzato su un’altra montagna, l’Etna, un vino corposo e seducente, figlio di quell’energia irripetibile che il vulcano trasmette a ciò che cresce sulla sua terra: il Cavanera Rovo delle Coturnie, blend di Nerello Cappuccio e Nerello Mascalese, compagno sincero ed entusiasta del maialino nero.

©all copyright reserved by Firriato - Cavanera e maialino nero dei Nebrodi - Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Altavilla della Corte e filetto di manzo

©all copyright reserved by Firriato - Altavilla della Corte e filetto di manzo  - Carne e vini, gli abbinamenti consigliati da Firriato

Un matrimonio d’amore tra Francia e Sicilia. È così che la famiglia Di Gaetano descrive l’Altavilla, Cabernet Sauvignon fresco e vellutato, prezioso e accattivante. Un vino simile, nato in una tenuta come Borgo Guarini caratterizzata da una grande complessità climatica e orografica, non poteva che essere scelto per un piatto che proprio la cucina francese esalta e ha esaltato in diverse, sublimi versioni: il filetto di manzo, come, per esempio, il pregiatissimo chateaubriand. Di certo, in quanto gusto e raffinatezza, l’Altavilla Cabernet Sauvignon non è da meno, punto d’incontro tra due terre che sulla cultura del vino hanno costruito una parte fondamentale della propria identità.

CONDIVIDI!

Leggi anche...