• Firriato sempre più green

    L’azienda siciliana ottiene dalla DNV-GL le certificazioni
    Water Footprint e Carbon Footprint per Le Sabbie dell’Etna

    Firriato anche in questo 2018, conferma come l’impegno produttivo vocato ad ottenere l’eccellenza enologica è sempre più sensibile e attento ai principi della sostenibilità ambientale. Lo dimostrano le ultime due certificazioni ricevute da parte di DNV – GL, uno degli enti internazionali  più prestigiosi del settore.

    La certificazione ISO14046-1 Water Footprint riguarda la gestione sostenibile dell’acqua. Nella valutazione di controllo, infatti, si riconosce come Firriato utilizzi le risorse idriche, in tutte le fasi del processo produttivo, in modo coerente e sostenibile senza sprechi o eccessi. La ISO14046-1 Water Footprint è un ulteriore tassello che consolida un percorso decennale che ha portato la famiglia Di Gaetano a costruire un sistema agricolo rispettoso dei cicli produttivi della terra grazie allo sfruttamento razionale delle energie rinnovabili, diventando un vero e proprio modello per il vino di qualità in Sicilia.

    La seconda certificazione, invece, riguarda direttamente uno dei vini più conosciuti di Firriato che nasce nella Tenuta di Cavanera sul versante nord-est del vulcano Etna. Si tratta de Le Sabbie dell’Etna Bianco Doc, che ha ottenuto la ISO14067 Carbon Footprint, testimoniando come la maison siciliana ha migliorato la propria performance ambientale per la produzione di questo vino riducendo le emissioni di CO2 lungo l’intero ciclo produttivo, dal vigneto all’imbottigliamento.

    “Ciò che a noi preme – spiega Federico Lombardo di Monte Iato, COO dell’azienda – non è soltanto  garantire la miglior qualità possibile dei vini Firriato ma di ottenerla attraverso un processo virtuoso e attento alle esigenze ambientali. Lo provano le scelte che abbiamo compiuto in questi anni, tutte indirizzare alla tutela della biodiversità attraverso il sistema di coltivazione Biologico Certificato, fino all’innovativo recupero eco-compatibile delle antiche strutture seicentesche di Baglio Soria nel Trapanese e di Cavanera sull’Etna”.

                                                                                                                                               

    PR & Comunicazione

    Andrea Terenghi – (+39) 348- 3115953 – terenghi@granviasc.it

    Gran Via – Società & Comunicazione – srl
    Via Giotto, 92 90145 Palermo

     

    Fondata nel 1984, la Firriato è un’azienda vinicola siciliana con una caleidoscopica produzione di 4.5 milioni  di bottiglie l’anno. Organizzata in  6 tenute dal caratteristico microclima, la mission della Firriato  è di esplorare le ecletticità dei terroir della Sicilia, oggi considerata un vero e proprio continente vitivinicolo, tutelandone il pregiato patrimonio ampelografico autoctono. 380 ettari di vigneto sono curati e coltivati con passione in regime di agricoltura biologica certificata, suddivisi in tre contesti produttivi eterogenei e complessi: dall’Agro di Trapani e la sua millenaria tradizione vitivinicola, alla potenza del Terroir dell’ Etna e alla sorprendente viticoltura di mare dell’isola di Favignana. Firriato è un pioniere nella viticoltura di precisione, una tecnica che non massifica la produzione di un vigneto, ma ne valorizza invece ogni singola pianta ed il ventaglio di espressioni che uno stesso vitigno può rivelare in contesti pedoclimatici distinti. La dedizione e lo zelo delle pratiche enologiche volte al rispetto della sostenibilità ambientale sono parte integrante della filosofia produttiva della Firriato che, anno dopo anno, ha continuato a conquistare i mercati internazionali per la qualità e l’eleganza dei suoi vini. Firriato è presente in 48 paesi con i suoi vini, espressione sapiente del terroir siciliano. Per maggiori informazioni: www.firriato.it